LA TORRETTA
RISTORANTE MACELLO

2017, ROMA, ITALIA

STATUS

Realizzato

CLIENTE

Ristorante Macello

DESIGN

Z14 Alessandro Ridolfi Architetto

Descrizione

“La Torretta” Ristorante Macello, il ristorante verticale realizzato nella zona di Ponte Milvio a Roma, uno dei principali luoghi di attrazione della movida romana, risponde all’attuale necessità di crescita e razionalizzazione degli spazi esistenti delle attività legate alla ristorazione, che caratterizzano questa parte della città. Il fenomeno ha generato il fiorire di numerose attività che hanno sempre più la necessità di migliorarsi spazialmente per adattarsi al contesto senza generare una congestione urbana e rispondere contemporaneamente alle numerose richieste di un pubblico variegato.

Per questo motivo il progetto del Ristorante Macello La Torretta, nasce dalla volontà di intervenire delicatamente nella città storica, attraverso lo sviluppo puntuale e misurato di un volume caratterizzato da un andamento verticale, la cui superficie, di circa 100 mq, è distribuita su 3 piani, così da assottigliare la sua forma e ridurre al minimo il consumo di suolo. La forma trapezoidale a prevalente andamento verticale si ispira alle antiche torri di avvistamento romane che caratterizzavano il tracciato delle vie consolari.

L’inclinazione del volume verso la Via Flaminia, con la soluzione d’angolo proposta “irrompe” nel paesaggio circostante, nel quartiere, come fosse un’opera d’arte, permettendo al linguaggio antico e contemporaneo di dialogare insieme.
L’edificio presenta una struttura in legno “X-Lam”, scelta tecnologica che ha permesso di adottare una soluzione sostenibile sia per l’utilizzo del legno (ecocompatibile, leggero e resistente) sia per la capacità di riduzione dei costi e dei tempi in fase di produzione e gestione dell’edificio. Questa tecnologia si è dimostrata la migliore per rispondere ai requisiti di trasportabilità e velocità di montaggio, necessari in una zona altamente densificata come quella dell’intervento.

La struttura del Ristorante Macello, inoltre, è caratterizzata da ampie vetrate di cristallo e da un rivestimento in acciaio Corten. Il nuovo edificio, dunque, oltre a collegare volumetricamente e funzionalmente il vicino casale preesistente, costituisce una struttura permeabile al paesaggio attraverso una costante interazione tra interno ed esterno.

La dimensione spaziale raggiunta, nuova e inaspettata, è pensata per generare stupore in tutti coloro che si imbattono nella vista dell’edificio, contraddistinto dal colore rosso del corten e da un’accurata e studiata illuminazione che, di notte, permette all’edificio di prendere vita e diventare un vero e proprio landmark. Degli stripled definiscono i piani orizzontali così da evidenziare le forme nette e decise dell’intero impianto, mentre alcuni segnali luminosi color bronzo e argento, posti alla quota del piano stradale, accompagnano gli ospiti lungo il percorso.

La torretta al suo interno accoglie una scala che serve a collegare i vari livelli del vecchio casale. Al piano terra, accanto alla scala, una zona grill con cucina a vista mette in relazione gli spazi preesistenti con quelli destinati alla ristorazione. Al piano primo una zona lounge circondata da un terrazzo, mentre al secondo piano è ubicato uno spazio destinato ad ufficio, da cui si accede alla terrazza dell’edificio preesistente.

Lo spazio generale è trattato con colori caldi; la tonalità del pavimento in gres disegna un elegante tappeto su tutta l’area esterna, trasformandosi in un grigio antracite più deciso negli interni del ristorante, dove lo stile industriale dell’arredo e delle finiture dialoga armonicamente con atmosfere da street food e con materiali tradizionali, come il legno del bancone e degli arredi fissi.

La struttura in legno è stata lasciata a vista all’interno per esaltare la natura della costruzione in X-Lam. Le pareti della sala ristorante sono caratterizzate dalla presenza di strisce alternate di pittura smaltata grigia e giallo ocra, in un gioco cromatico che mette in risalto lampade a parete di design e sospensioni dai bracci orientabili, posizionate su un imponente bancone.

Tutti gli ambienti del ristorante macello sono stati studiati nel loro design funzionale ed estetico, con materiali innovativi, per creare un ambiente stimolante non solo per l’accoglienza degli ospiti, ma anche per la preparazione del cibo.

Gli spazi all’aperto sono stati riqualificati con la progettazione di “green walls” e fioriere, dando vita a spazi flessibili e accoglienti, tra cui una zona dove poter mangiare seduti e una dedicata allo street food. La terrazza posta al primo piano è pensata come uno spazio più intimo, animato dalla presenza dell’acqua che scorre sulle lastre in corten.

Il risultato complessivo del Ristorante Macello La Torretta è un ambiente misurato e pensato per essere contemporaneamente intimo e accogliente, non rinunciando a destare stupore negli avventori che si trovano a passare per la via Flaminia.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
share this post